Descrizione Progetto

Terra di Briganti

Incastonata tra il Massiccio del Matese e quello del Taburno,
nella cantina e in vigna si coltivano passione e uva. Si pratica agricoltura biologica
e biodinamica e si crede fermamente che proteggere l’ambiente sia un preciso dovere.

Vini naturali e piacevolezza del bere.

Nel cuore del Sannio, a Casalduni, in un triangolo di terre scoscese e fertili allo stesso tempo, divenute note per aver offerto protezione ai briganti ai tempi dell’Unità d’Italia, sorge la cantina biologica e biodinamica Terra di Briganti.Toni e Romeo De Cicco hanno l’energia dei giovani e la sapienza che la famiglia ha regalato loro: sanno accogliere, descrivere e arricchire il racconto del loro lavoro con storie e aneddoti di briganti che combattevano le autorità.

Qui, per Toni e Romeo, la biodiversità e il rispetto della natura sono concetti sacri da salvaguardare con tenacia e scrupolo, con il duplice obiettivo di inebriare i sensi di chi ama il buon vino e rispettare l’integrità del proprio territorio. In cantina i due fratelli dispongono di tutta la tecnologia necessaria alla lavorazione delle uve, ma ciò che fa del loro vino un’esperienza unica e genuina è la loro voglia di apprendere, di lanciarsi in progetti sempre più’ interessanti per caratterizzare sempre di più i propri vini.

Tutto questo lavoro si fa prima di tutto in vigna, ma si fa anche sui libri e nella formazione continua a cui si sottopongono, attraverso il rispetto della sapienza e del saper fare delle generazioni passate, e con l’orgoglio di rappresentare la propria terra. I “Briganti”, come amano definirsi scherzosamente, hanno sposato totalmente la causa biodinamica, studiando le tecniche e osservando rigorosamente le prescrizioni che questo tipo di agricoltura prevede, e dando vita a vini, da uve autoctone, in cui il frutto risulta polposo, fragrante, sempre ben sorretto dalla freschezza.

Regione: Campania

Dimensioni azienda: 8 ha

Produzione azienda: 30000 bottiglie

Agronomo: XXX

Enologo: Roberto Mazzer

Web: www.terradibriganti.it

Gallery

Un po’ di noi in immagini.

La produzione

Uve da inserire