12-12-2013: Siamo tutti innamorati del “Territorio” e poi…

logo_circuito_verde_200Nel 2014 saranno venti anni di attività “di vino”. Quanti vini, quanti bicchieri, quante bottiglie, quante cose da imparare, quante analisi “visive/olfattive/gustative”, quanti enologi, quanti entusiasmi!
Uno dei tanti pensieri, da commerciale del vino e non da tecnico, che mi torna assiduo dopo tanti anni di attività è questo: perché si fa un uso così spropositato delle parole “tipicità” e “espressione del territorio” quando, a mio avviso, una percentuale marginale del mercato è realmente interessato a questi aspetti?
Ne ragionavo, giorni fa, con un pregevolissimo produttore di vini del nord Italia. Gli raccontavo di come i suoi vini mi fossero piaciuti ed avessi ritrovato, degustandoli, il carattere e le “tonalità” che io individuavo, dopo averne degustati parecchi, come tipici del suo territorio. Bene, bravo! Il commento successivo è però stato: “commercialmente parlando, quanti importatori o distributori saranno interessati a questa tipicità che magari non è fatta di stramorbidezza, di gusto internazionale e di super zuccheri residui? Quanti dettaglianti o quanti ristoratori, in Inghilterra o in California, vorranno investire qualche minuto del loro tempo per spiegare perché quel Cabernet ha quei toni di vegetale così pronunciati e perché quel particolare livello di acidità in un rosso. Potrei andare avanti con molti esempi. Il dilemma della tipicità, del “vino rappresentativo del territorio” mi torna ogni volta che devo predisporre o semplicemente leggere una scheda tecnica di un vino. La gran parte dei mercati invocano la tipicità nelle conferenze o nei dibattiti pubblici e poi, nella realtà dei fatti, comprano vini con arricchimenti potenti e morbidezze spinte. Non si può ignorare il territorio ma poi, se si vuole vendere all’estero, non si possono neanche ignorare le tendenze di mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.